FAQs & Curiosità

Faq – Domande e Risposte per la Chirurgia Plastica e la Medicina Estetica

Biorivitalizzazione: Medicina Estetica

Ho notato che  la mia pelle appare svuotata, opaca e non “fresca” come qualche anno fa. In che modo si potrebbe intervenire?

Per donare nuova freschezza e luminosità alla cute è possibile eseguire un trattamento di biorivitalizzazione. Si inietta con piccolissimi aghi sostanze bio-compatibili che renderanno nuova elasticità, morbidezza ed idratazione alla cute.

Quali sono queste sostanze? Per chi è indicato questo trattamento?

Con la biorivitalizzazione si inietta acido ialuronico, aminoacidi e vitamine che stimoleranno la riproduzione delle cellule della cute. Per queste loro caratteristiche, la biorivitalizzazione è indicata sia su pelli ancora giovani, sia su pelli più mature.

Ci sono delle controindicazioni alla biorivitalizzazione?

La biorivitalizzazione è eseguita in regime ambulatoriale e senza necessità di anestesia. E’ un trattamento non doloroso e non comporta effetti collaterali, se non talvolta un lieve rossore o piccoli lividi che scompaiono in pochi giorni.

Come si svolge il trattamento?

Mediante un piccolo ago si inietta nelle zone interessate una piccola quantità di prodotto. L’intero trattamento dura circa 15 minuti.

Filler Iniettabili: Medicina Estetica

Cosa sono i fillers? Come vengono usati?

I fillers sono sostanze iniettabili utilizzate per correggere imperfezioni ed inestetismi della cute.  I fillers dei brand più famosi sono a base di acido ialuronico. Questi sono utilizzati prevalentemente a livello del viso per migliorare i solchi cutanei e gli zigomi o aumentare il volume delle labbra.

Come si svolge il trattamento? L’effetto si vede subito?

Dopo una visita ambulatoriale, i fillers vengono iniettati con un piccolo ago a livello delle aree da trattare. Nessun tipo di anestesia è necessaria. Il trattamento dura circa 20 minuti dopodiché si può tranquillamente tornare alle proprie attività quotidiane. Talvolta compaiono piccoli ematomi che si riassorbiranno in pochi giorni. L’effetto del filler è visibile immediatamente dopo il trattamento, anche se il risultato definitivo potrà essere visto dopo 4-5 giorni.

Sono sostanze sicure?

Tutti i fillers in commercio sono sostanze riassorbibili. Gradualmente quindi il corpo riassorbe l’acido ialuronico iniettato. Possono esserci variazioni da  persona a persona, ma generalmente l’effetto dell’acido ialuronico scompare dopo circa 4-6 mesi.

Ci possono essere delle controindicazioni al trattamento con i fillers?

Casi di allergie all’acido ialuronico contenuto nei fillers sono rarissimi. Si preferisce sconsigliare il loro uso in persone con herpes alle labbra in fase attiva, durante la gravidanza, in caso di alcune patologie autoimmuni o in presenza di problemi legati alla coagulazione del sangue.

Tossina botulinica: Medicina Estetica

Cosa è la tossina botulinica? A cosa serve e quanto dura l’effetto?

Il tossina botulinica è una neurotossina che permette di “inibire” in modo temporaneo l’azione dei muscoli in cui viene iniettata. Viene in particolare usata nei muscoli mimici del volto per ridurre la formazione delle cosiddette rughe “da espressione”.

L’effetto della tossina botulinica non è di tipo “riemipivo? (come accade con i filler) ma, inibendo la contrazione muscolare, impedisce che le rughe di espressione del volto si formino, svolgendo in tal modo anche un effetto “preventivo?.

La tossina botulinica è un farmaco, e come  tale è autorizzata dal ministero della Salute e quindi completamente sicura. L’effetto si manifesta dopo circa 2-3 giorni e persiste generalmente per 4-6 mesi, a seconda delle caratteristiche del paziente.

Come avviene il trattamento? E’ necessaria la sala operatoria il trattamento con tossina botulinica?

Questo trattamento può essere eseguito in ambulatorio in circa 20 minuti e non necessita di alcuna anestesia. La tossina viene iniettata a livello dei muscoli mimici del volto attraverso un piccolo ago. Dopo l’iniezione potrebbe essere visibile un lieve rossore, come dopo una puntura di zanzara e raramente si forma un piccolo livido che scompare in pochi giorni. Dopodiché si può tornare alle normali attività quotidiane.

Possono esserci effetti collaterali?

Reazioni allergiche a questo farmaco sono rarissime. In casi molto rari può verificarsi l’abbassamento della palpebra superiore. Questo evento si risolve in circa 3-4 settimane senza conseguenze.

Cosa potrebbe succedere se dopo 4-6 mesi non eseguissi nuovamente il trattamento?

Dopo 4-6 settimane le rughe appariranno nuovamente come prima del trattamento.

Ho sentito parlare di trattamento con tossina botulinica per l’eccessiva sudorazione delle ascelle. E’ possibile?

L’eccessiva sudorazione, definita iperidrosi, si può verificare in sede ascellare, alle mani e ai piedi. Questo inconveniente può essere facilmente trattato con iniezioni di tossina botulinica.

Polpacci e Glutei: Chirurgia Estetica Corpo

Salve, sono un culturista di 33 anni. Ho sentito parlare di chirurgia estetica dei polpacci. In cosa consiste?

Per incrementare il volume dei polpacci si possono usare 2 tecniche chirurgiche. La prima consiste nell’uso di protesi in gel di silicone, simili alle protesi mammarie usate per la mastoplastica additiva, oppure con il lipofilling, con un innesto di grasso prelevato dal proprio corpo.

Ho 20 anni e sin dall’adolescenza ho il sedere piatto. Ho provato in tutti i modi a migliorare questo mio difetto senza mai riuscirci. Vorrei ricorrere alla chirurgia. Cosa si può fare?

Il miglior intervento per aumentare il volume dei glutei è quello in cui si usano protesi in gel di silicone come quelle usate nella mastoplastica additiva. Le cicatrici residue all’intervento sono generalmente non visibili e nascoste tra le pieghe dei glutei. Esiste una possibile complicanza con questo tipo di intervento. Queste protesi di gluteo, a causa della zona in cui risiedono, sono soggette a frequenti sollecitazioni e possono facilmente spostarsi o ruotare su loro stesse.

Liposuzione e liposcultura

Il risultato della liposuzione può considerarsi definitivo? Quanti chili posso perdere con un unico intervento?

Il risultato dell?intervento di liposuzione può essere considerato definitivo se la paziente riuscirà a mantenere stabile il proprio peso grazie ad una dieta equilibrata eventualmente associata ad esercizio fisico.
Questo intervento non serve a perdere peso, come si potrebbe erroneamente pensare. La liposuzione e la liposcultura servono a rimodellare aree corporee in cui si localizzano accumuli adiposi non eliminabili con dieta ed esercizio fisico.

La liposuzione è un intervento doloroso? E’ pericoloso? Quando è preferibile farla?

Generalmente la liposuzione a Napoli non è un intervento doloroso. A volte viene riferito dai pazienti un leggero fastidio, ma ampiamente sopportabile.

L?intervento di liposuzione è un normale intervento chirurgico ritenuto molto sicuro, ma solo se effettuato in strutture sanitarie conformi e con specialisti di supporto adeguati.

E? consigliabile evitare di essere sottoposto a questo tipo di intervento nel periodo estivo. Si eviteranno così spiacevoli inconvenienti come l?iperpigmentazione delle cicatrici o un eccessivo edema dovuti all?esposizione solare e alle alte temperature.

Quali sono le indicazioni da seguire dopo l’intervento?

Nel periodo immediatamente successivo alla liposuzione sarà necessario indossare una guaina compressiva oppure delle normali calze da almeno 140 den per almeno 7 giorni. In base alla sede dell?intervento e per ottenere il miglior risultato più velocemente possibile, è consigliabile continuare ad indossare questi indumenti compressivi per almeno 3-4 settimane dopo la rimozione dei punti di sutura. Sarà possibile tornare alla propria attività lavorativa, purché non eccessivamente pesante, dopo poco meno di 1 settimana ed alle normali attività quotidiane entro circa 1 mese.

Ho sentito parlare di liposcultura da associare alla liposuzione. Cosa si intende?

La liposcultura può essere considerata una evoluzione dell?intervento di liposuzione. E? eseguita con delle particolare cannule, che permettono di rimodellare in modo più preciso determinate aree del corpo.

Addominoplastica: Chirurgia Estetica Corpo

Ho perso circa 25 Kg e ora ho come un grembiule di pelle sulla pancia. Vorrei  sottopormi ad una addominoplastica. L’intervento è doloroso? Che mi può dire sulle cicatrici? Dopo l’intervento avrò dolori?

Spesso in conseguenza di un forte dimagrimento, residua un vero e proprio grembiule di cute e tessuto adiposo a livello addominale. Se questo eccesso è posizionato soltanto nell’area sotto all’ombelico allora si potrà eseguire un intervento chiamato mini-addominoplastica. Se è interessata anche l’area sopra l’ombelico e i fianchi allora si potrà eseguire una addominoplastica completa.
L’intervento non è doloroso in quanto eseguito in anestesia generale. Nei primi giorni e per circa 1 settimana dopo l’intervento ci sarà un lieve dolore e senso di tensione a livello dell’area trattata.
Le incisioni vengono eseguite in modo tale da nascondere le cicatrici residue al di sotto degli slip.

Dopo quanto tempo da un intervento di addominoplastica potrò riprendere le normali attività quotidiane e magari fare dell’attività sportiva? Quando potrò andare al mare e prendere il sole?

Dopo un intervento di addominoplastica le normali attività quotidiane possono essere riprese generalmente dopo 2 settimane. L’attività sportiva, se non ci sono state complicanze, può essere ripresa dopo circa 1 mese.  E’ invece sconsigliato l’esposizione al sole prima di 12 mesi dalla data dell’intervento, per non avere problemi di iperpigmentazione con le cicatrici.

Ginecomastia: Chirurgia Estetica Seno

Sono un uomo di 35 anni e ho un seno che sembra quello di una donna. Cosa è possibile fare?

La ginecomastia è definita come uno sviluppo eccessivo delle mammelle nell’uomo. Per eliminare questo difetto è possibile eseguire un semplice intervento chirurgico che consisterà nella rimozione della parte ghiandolare della mammella ed eventualmente associare  la liposuzione per rimuovere eccessi di tessuto adiposo presenti.

Mastopessi: Chirurgia Estetica Seno

Dopo l’ultima gravidanza e il successivo allattamento, il mio seno è rimasto svuotato e cadente. Cosa è possibile fare per migliorare la situazione?

L’intervento consigliato per risolvere questo problema è la mastopessi. E’ particolarmente indicato per donne il cui seno, a seguito di una o più gravidanze e dopo l’allattamento, abbia perso la forma e il volume precedente. Per ripristinare il volume perso sarà inoltre possibile utilizzare protesi mammarie.

 

E’ possibile non avere cicatrici dopo l’intervento di mastopessi? Ho sentito dire che potrei avere successivi problemi di allattamento o di sensibilità. E’ vero?

No. Ogni intervento chirurgico lascia delle cicatrici. In particolare in caso di mastopessi le cicatrici potranno essere, in base alle necessità della paziente e in base alla tecnica utilizzata, o solo intorno all’areola, oppure intorno all’areola e verticalmente fino al solco sottomammario oppure la cosiddetta T rovesciata in cui sarà presenta anche una cicatrice lungo il solco sottomammario.

L’evidenza delle cicatrici non dipenderà solo dalle capacità del chirurgo operante ma soprattutto dalla capacità di cicatrizzazione della paziente stessa.

Dopo l’intervento potrebbe rimanere una riduzione della sensibilità dell’areola e del capezzolo che solitamente scompare in poco tempo e solo raramente è permanente.

Mastoplastica additiva

Mastoplastica Additiva

Cosa si intende per mastoplastica additiva? A che età è possibile essere sottoposta a questo intervento?

L’intervento di mastoplastica additiva viene eseguito per aumentare il volume di un seno piccolo o in caso di asimmetria tra le 2 mammelle.

In tal senso vengono utilizzate protesi di silicone per ottenere la taglia desiderata dalla paziente.

Questo tipo di intervento può essere eseguito a qualsiasi età, purché la paziente abbia raggiunto la maggiore età.

 

E’ possibile con delle protesi avere un seno più naturale possibile? L’intervento è doloroso?

L’intervento di mastoplastica additiva è eseguito in anestesia generale pertanto la paziente non sentirà alcun dolore.

Nel periodo post-operatorio non si sentirà un vero e proprio dolore a livello del torace quanto piuttosto una vaga dolenzia, che potrà essere trattato con un semplice antidolorifico.

Se l’intervento sarà eseguito da un chirurgo plastico professionista si avrà un risultato pienamente naturale, grazie a protesi di altissima qualità, ben proporzionate al fisico della paziente e ben posizionate dal chirurgo stesso.

 

Quali sono le indicazioni da seguire per il periodo post-operatorio?

Nel periodo post-operatorio non si sentirà un vero e proprio dolore a livello del torace quanto piuttosto una vaga dolenzia per alcuni giorni, che potrà essere trattato con un semplice antidolorifico.

Potrebbe presentarsi un lieve dolore nell’atto di sollevare le braccia sopra la testa.

E’ vivamente consigliato l’uso di un reggiseno rinforzato per circa 1 mese.

Dopo circa 5 giorni si potrà tornare alle normali attività quotidiane, ed eventualmente all’attività lavorativa. I punti di sutura, se presenti, verranno rimossi dopo circa 2 settimane.

Dopo 1 mese si potrà tornare a svolgere attività sportive.

 

Cosa succederà ad un seno operato di mastoplastica additiva durante una gravidanza? Potrò allattare dopo questo intervento?

Un seno operato di mastoplastica additiva subirà tutte le normali variazioni di volume e dimensioni di un normale seno.
Dopo un intervento di mastoplastica additiva è possibile allattare i propri figli.

Secondo studi scientifici non ci saranno residui di silicone nel latte materno.

 

E’ possibile abbronzarsi dopo un intervento di mastoplastica additiva?

E’ possibile abbronzarsi ma non prima di 2 mesi dall’intervento chirurgico e direttamente sulle cicatrici solo dopo 1 anno.

 

Posso fare le normali visite di screening al seno con delle protesi mammarie? Possono creare problemi di salute? Eventualmente potrebbero essere rimosse in caso di necessità?

Generalmente le protesi mammarie in silicone non creano alcuna difficoltà per le visite di screening al seno, in particolare non ci sono controindicazioni né per la mammografia né per l’ecografia mammaria.

Eventuali TAC o RMN possono essere eseguite senza alcun problema.

Le protesi mammarie in silicone inoltre non creano nessuna malattia al corpo né tumori, come è stato appurato da molti studi scientifici. In caso di necessità di rimozione della protesi, l’intervento chirurgico può essere eseguito in qualsiasi momento si voglia.

 

Ho sentito parlare di protesi di qualità molto scadente che potrebbero causare malattie anche  gravi in caso di rottura. Lei che protesi utilizza? In caso di intervento le protesi hanno una scadenza?

Per tutte le pazienti utilizzo le migliori protesi in silicone presenti sul mercato.

Queste possono essere anatomiche, cioè protesi che daranno un risultato completamente naturale, oppure in base ai desideri della paziente protesi rotonde, che daranno un risultato più ?’artificiale”.

Le più importanti aziende produttrici garantiscono i loro prodotti dai 10 ai 15 anni, dopodiché consiglierebbero la sostituzione. In realtà, a meno di deformazioni o sgonfiamenti le protesi possono essere mantenute per tutta la vita.

Mastoplastica riduttiva: Chirurgia Estetica Seno

La mastoplastica riduttiva è l’operazione chirurgica con cui si riducono i seni di grandi dimensioni.

Eseguita da un chirurgo estetico, la mastoplastica riduttiva prevede l’eliminazione di una parte dei tessuti – adiposo, ghiandolare e cutaneo – che formano le mammelle.

La procedura è invasiva, richiede l’anestesia generale e prevede un’incisione destinata a lasciare una cicatrice più o meno evidente, a seconda della tecnica adottata.
Prima di sottoporsi a una mastoplastica riduttiva, è necessario eseguire alcuni esami specifici e rispettare determinate indicazioni pre-operatorie
La fase post-operatoria può richiedere diversi mesi, ma i benefici sono poi tangibili.

Che cos’è la mastoplastica riduttiva?

La mastoplastica riduttiva è l’intervento di chirurgia estetica per la riduzione dei seni troppo grandi.
Durante la sua esecuzione, il chirurgo operante elimina, innanzitutto, parte dei tessuti – adiposo, ghiandolare e di rivestimento cutaneo – che formano le mammelle. Dopodiché, rimodella l’area occupata dai capezzoli e dall’areola.
Nella maggior parte dei casi, la mastoplastica riduttiva è riservata alle donne, tuttavia in alcune occasioni può essere eseguita anche sugli uomini.

Blefaroplastica: Chirurgia Estetica Viso

Che intervento è consigliato per eliminare la pelle cadente delle palpebre? Rimarranno delle cicatrici dopo l’intervento?

L’intervento di blefaroplastica permette di rimuovere l’eccesso di cute a livello delle palpebre superiori, correggere le borse di grasso e le occhiaie che possono causare problemi alla vista o dare allo sguardo un aspetto affaticato.

La tecnica chirurgica permette di nascondere ogni cicatrice chirurgica tra le pieghe delle palpebre, quindi  saranno non visibili.

 

Come si può intervenire per eliminare le borse sotto gli occhi?

Non esiste alcun tipo di trattamento estetico per eliminare le borse sotto agli occhi se non un intervento chirurgico. In questo modo si potrà eliminare sia la pelle che il grasso in eccesso.

 

Cosa è possibile fare per le occhiaie?

Le occhiaie sono causate sia dall’invecchiamento che da cause genetiche ( cute sottile, ridotto tessuto adiposo sottocutaneo, ecc). In questi casi il muscolo sotto all’occhio è reso più visibile e appare un’ombra sotto alla palpebra.

Il migliore intervento chirurgico eseguito attualmente è il lipofilling. Si esegue un innesto di tessuto adiposo sotto alla cute della palpebra inferiore aumentando  lo spessore sottocutaneo e riducendo l’ombra delle occhiaie.

Otoplastica: Chirurgia Estetica Viso

Ho le orecchie a sventola e sin da giovane ho avuto molti problemi in merito. A che età è consigliabile l’intervento?

L’otoplastica è l’intervento chirurgico che corregge le orecchie a sventola. Si deve attendere i 4 anni per effettuare l’intervento quando il padiglione auricolare sarà completamente sviluppato. Generalmente si aspetta tra i 6 e i 15 anni di età, quando questi difetti estetici causano gravi problemi nel rapporto con i coetanei. Questo tipo di intervento può essere eseguito anche negli adulti, con risultati estremamente naturali.

 

Ci sono delle indicazioni per il periodo post-operatorio? Ci sono dei particolari rischi?

A causa della medicazione a turbante saranno necessari almeno 2 giorni prima di poter lavare con delicatezza l’area trattata chirurgicamente. Per fare una doccia sarà necessario attendere almeno 2 settimane. E’ inoltre sconsigliato l’uso degli occhiali per almeno 1 mese.

L’intervento di otoplastica non comporta particolari rischi, soprattutto per l’udito.

 

Rinoplastica

Rinoplastica Napoli

Salve sono un uomo di 43 anni e vorrei sottopormi ad un intervento al naso. Oltre ad avere problemi nella respirazione, mi ha sempre affascinato avere un nasino alla francese. Cosa è possibile fare?

La rinoplastica a napoli è l’intervento chirurgico che serve a rimodellare la parte estetica del naso.

La settoplastica è invece l’intervento che risolve i problemi funzionali di respirazione correggendo la deviazione del setto.

Questi 2 interventi possono essere eseguiti anche in contemporanea risolvendo sia l’aspetto estetico che quello funzionale.

Dopo questa premessa c’è da sottolineare che il rimodellamento del naso viene eseguito in modo tale da andare incontro il più possibile ai desideri del paziente ma cercando di avere un risultato più armonico possibile con quella che è la fisionomia del paziente stesso.

 

Ho saputo che l’intervento di rinoplastica è molto doloroso e soprattutto i tamponi sono molto fastidiosi. E’ vero?

L’intervento di rinoplastica Napoli o di rinosettoplastica non è assolutamente doloroso.

Durante l’intervento si è sotto anestesia generale o anestesia locale con sedazione. Al termine dell’intervento solitamente non vengono usati i tanto fastidiosi tamponi, a meno che non ci sia un importante sanguinamento.

 

Dopo un intervento di rinoplastica quanto devo aspettare prima di tornare alle normali attività di tutti i giorni? Quanto tempo passerà prima di vedere il risultato definitivo?

Dopo l’intervento di rinoplastica verrà posizionato un gessetto sul naso e dei cerotti.

Alcuni pazienti non hanno alcun tipo di problema a presentarsi in pubblico con queste medicazioni, altri preferiscono aspettare la rimozione del gessetto (circa 7 giorni dopo l’intervento), altri aspettano che anche il gonfiore e l’ematoma post-operatorio se ne siano andati (circa 10 giorni).

Il naso operato sarà molto delicato per i primi 30 giorni, in cui è consigliato evitare qualsiasi attività sportiva. Potrà essere visto un risultato parziale già circa 30 giorni dopo l’intervento.

Per il risultato definitivo si deve attendere che l’edema a livello dei tessuti del naso venga completamente riassorbito, che avverrà in circa 6 mesi.

 

Mento e Zigomi: Chirurgia Estetica Viso

Cosa potrei fare per migliorare il profilo, ed in particolare gli zigomi e il mento?

Per migliorare l’area del mento e degli zigomi si può procedere in 2 modi. È possibile intervenire chirurgicamente impiantando delle protesi in silicone simili a quelle mammarie, oppure di Goretex o di Medpor.

E’ possibile inoltre intervenire con fillers, che potranno essere sia riassorbibili (acido ialuronico) oppure permanenti (lipofilling con grasso prelevato dal proprio corpo).

 

Ho 50 anni e nonostante la molta attività fisica, ho il doppio mento. Cosa si può fare?

Per risolvere il problema del doppio mento si deve valutare il profilo del paziente. Nel caso in cui il doppio mento sia dovuto ad un eccesso di tessuto adiposo si può intervenire con una liposuzione per aspirare il grasso in eccesso.

Quando invece il doppio mento è dovuto ad una eccessiva lassità cutaneo si potrà intervenire con un lifting del collo per rimuovere la pelle in eccesso. Talvolta per migliorare il profilo potrebbe essere necessario utilizzare una protesi in silicone per migliorare la proiezione del  mento stesso.

Lifting Viso

Lifting Viso Napoli

Vorrei sottopormi ad un intervento di lifting Viso Napoli. Ci sono delle norme di comportamento da seguire prima o dopo l’intervento? A quale età sarebbe meglio fare questo tipo di intervento?

Il lifting del volto può essere fatto a qualsiasi età.

Non esiste un limite massimo o minimo.

Nelle 2 settimane precedenti l’intervento si deve evitare di assumere farmaci anti-dolorifici come Oki, Aulin e Brufen (i cosidetti FANS).

Inoltre in caso di pazienti fumatori, si consiglia di interrompere il fumo almeno un mese prima dell’intervento e per tutto il periodo della degenza, per favorire una buona guarigione.

 

Dopo l’intervento le cicatrici si vedranno molto? Quanto tempo passerà prima che possa farmi vedere in pubblico senza che niente si noti? Potrebbero essere necessari ritocchi in futuro o altri interventi di lifting?

Nell’intervento di lifting viso Napoli le cicatrici chirurgiche vengono nascoste dietro e davanti alle orecchie ma anche tra i capelli.

Dopo l’iniziale periodo di guarigione saranno difficilmente visibili.

Dopo poco meno di un mese dall’intervento sarà possibile uscire in pubblico, ma si deve considerare che ogni persona potrebbe avere tempi di guarigione più o meno lunghi.

Generalmente il risultato di un lifting viso può durare dai 5 ai 10 anni, in base alle peculiarità di ogni paziente, ma già un anno dopo il primo intervento si può intervenire per correggere eventuali piccole imperfezioni residuate dal primo intervento.

 

Ho sentito dire che grazie all’intervento di lifting Viso Napoli è possibile eliminare tutte le rughe del viso. E’ vero?

Il lifting del volto permette di ridurre la lassità cutanea.

Rimuovendo l’eccesso di cute del viso in modo indiretto si avrà una riduzione di alcune rughe del viso, in particolare quelle presenti nell’area delle guance e del naso.